5 Settembre 2020, Ligue 1 Lineups, Webcam Hotel Just Cervia, Le Stagioni Del Cuore Nona Puntata, Soprannomi Calciatori Inter, Brani Facili Per Pianoforte Pdf, " /> 5 Settembre 2020, Ligue 1 Lineups, Webcam Hotel Just Cervia, Le Stagioni Del Cuore Nona Puntata, Soprannomi Calciatori Inter, Brani Facili Per Pianoforte Pdf, " /> skip to Main Content

l'aquila calcio categoria

L'anno successivo, nel campionato 1992-1993, l'undici aquilano guidato da Massimiliano Cherri, dopo aver dominato per lungo tempo il torneo, terminò la stagione con tre pareggi consecutivi finendo a pari punti con un'altra compagine, la Torres, con cui disputò e perse per 2-1 lo spareggio decisivo giocatosi nuovamente al Flaminio[58][60]. Nel 2007 l'allora presidente Elio Gizzi rinnovò nuovamente il simbolo che è stato utilizzato fino alla mancata iscrizione al campionato di Serie D nell'estate del 2018. Tra questi, coloro che vantano titoli nazionali o internazionali sono Annibale Frossi (2 campionati italiani con l'Ambrosiana-Inter nel 1937-1938 e nel 1939-1940 oltre a una Coppa Italia, sempre con i nerazzurri, nel 1938-1939), Angelo Caroli (1 scudetto con la Juventus nel 1960-1961, unico aquilano di nascita a vincere il campionato italiano), Sergio Petrelli (1 scudetto con la Lazio nel 1973-1974) e Sergio Spuri (1 scudetto con l'Hellas Verona nel 1984-1985).[116]. L'Aquila calcio è sempre stata incostante nell'organizzazione del settore giovanile: da una stagione all'altra è avvenuto di frequente che un gran numero di dirigenti e di istruttori sono stato avvicendati. L'incontro, organizzato nell'ottica di un tentativo (poi fallito) di collaborazione tecnica tra il presidente aquilano Passarelli e il figlio del leader libico, terminò 4-1 per i rossoblù[71]. Nel 1947-1948 L'Aquila, guidata dall'ex calciatore Marino Bon, non riuscì a centrare l'ammissione nella nuova Serie C e si ritrovò retrocessa nel quarto livello nazionale[29], la Promozione (poi IV Serie) in cui rimase per un intero decennio. La Libia ai tempi dell'Aquila Calcio. Oggi è stata fatta l’affiliazione della nuova società e domani si conoscerà la categoria. L'Associazione Sportiva L'Aquila venne rifondata da un gruppo di appassionati guidati dal Dottor Antonello Bernardi nell'estate del 1994 e nel 1994-1995 fece il suo esordio in Eccellenza con un organico interamente aquilano guidato dall'ex calciatore rossoblù Pietro Ferzoco terminando il campionato in terza posizione[63]. 5 LUPI MARSI AVEZZANO NORD. Dopodiché, gli eventi bellici posero fine a tutte le attività sportive. La società passò quindi nelle mani di Luigi Galeota, la squadra venne indebolita e, dopo numerosi avvicendamenti in panchina (ben cinque solo nel 1980-1981), al termine della stagione 1981-1982 i rossoblù guidati in panchina da Corrado Petrelli e successivamente da Giorgio Bettini[49] si piazzarono penultimi, nonostante il bel gioco espresso[50], e retrocessero nuovamente in Interregionale[51]. Le formazioni giovanili utilizzano anche i campi sportivi di San Gregorio e Barisciano. Il 27 luglio 2018 viene ufficializzata la mancata iscrizione in Serie D per motivi finanziari e nell'estate viene fondata l'Associazione Sportiva Dilettantistica Città di L'Aquila che riparte dalla Prima Categoria. This list of former players includes those who received international caps, made significant contributions to the team in terms of appearances or goals while playing for the team, or who made significant contributions to the sport either before they played for the team, or after they left. Clikka sulla foto ed accedi al sito. Per qualche stagione ancora si riuscì a giocare senza il timore della seconda guerra mondiale, anche se alcuni calciatori furono chiamati alle armi, mentre spesso erano i militari a rimpolpare le rose. Nel 1986-1987 la formazione aquilana, guidata dal tecnico Aldo Anzuini e trascinata dalla stella Branislav Anikic (che durante l'estate, dopo aver segnato una spettacolare rete in amichevole contro la Roma, si era guadagnato i complimenti dell'allora tecnico giallorosso Sven-Göran Eriksson[54]), tornò a lottare per il vertice chiudendo il campionato in terza posizione, a pari merito con il Castel di Sangro[55]. Tra i tecnici alla guida dei rossoblù in quegli anni vanno ricordati Arnaldo Leonzio e Aroldo Collesi, mentre in campo si mise in luce Guido Attardi, figura storica del calcio aquilano. https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=L%27Aquila_Calcio_1927&oldid=951779473, Association football clubs established in 1927, Articles with Italian-language sources (it), Creative Commons Attribution-ShareAlike License, This page was last edited on 18 April 2020, at 20:57. Il primo in ordine cronologico, utilizzato dal 1991 al 1994, presentava il rapace stilizzato, di profilo e ad ali spiegate. After spending several seasons in the lower tiered leagues, the club was readmitted to Serie C in 1958, where it spent a decade after being relegated to Serie D in 1969. L'Aquila scese in campo con una maglia rosso-blu a scacchi, una stoffa acquistata a Pescara che si dice fosse l'ultimo colore rimasto al venditore[95]. Con l'inizio degli anni novanta l'organico societario viene nuovamente rivoluzionato con l'entrata nel club dell'imprenditore romano Antonio Circi che sembrò dare nuova linfa all'ambiente calcistico aquilano[57]. Disclaimer: Although every possible effort is made to ensure the accuracy of our services we accept no responsibility for any kind of use made of any kind of data and information provided by this site. Viene così allestita una rosa di grande spessore per la categoria, grazie alla partecipazione della gente aquilana sotto forma di abbonamenti, sponsor. Sotto la nuova società, L'Aquila centrò comunque un sesto posto nel 1971-1972 e, addirittura, un terzo posto nel 1972-1973 prima di rischiare la retrocessione nel 1973-1974 e scivolare inevitabilmente a metà classifica negli anni seguenti[41]. Nel finale di stagione, inoltre, si formalizzò il passaggio di consegne dal presidente uscente Gabriele Valentini all'imprenditore calabrese Michele Passarelli[66]; la nuova società si mise in luce da subito per numerose iniziative che richiamarono l'attenzione della città sul sodalizio calcistico tra cui l'inaugurazione del primo negozio ufficiale, in piazza del Duomo, e la carta di credito personalizzata per i tifosi. A confermarlo a Rete 8 è il presidente Daniele Ortolano. Nell'ottobre del 1943 fu fondata la Sportiva L'Aquila 1944, così chiamata dall'anno in cui avrebbe ripreso le attività. Le primissime origini del calcio all'Aquila si fanno risalire intorno al 1910. 3^ Categoria Girone A (L'Aquila) COMANDA IL PIANOLA, SANGREGORIESE E BAZZANO INSEGUONO. Degno di nota anche il gemellaggio con il Pontedera, sorto il 30 gennaio 1994 quando gli aquilani ricevettero il cordoglio dei toscani per la scomparsa di Nicola Mezzacappa, tifoso rossoblù morto in un incidente d'auto proprio mentre stava raggiungendo Pontedera per la partita[124]. Nel successivo campionato di Lega Pro la squadra viene affidata al tecnico Carlo Perrone e la rosa profondamente cambiata, allestendo una compagine con il chiaro obiettivo della permanenza nella categoria. Ha subito tre fallimenti, nel 1994, nel 2004 e nel 2018. Als Spielstätte dient dem Verein das Stadio Gran Sasso d’Italia-Italo Acconcia in L’Aquila, es bietet Platz für 6 763 Zuschauer. La fondazione della società risale al 1927,[1][2] e nella stagione seguente fu iscritta al suo primo campionato, disputato con il nome di Associazione Sportiva L'Aquila. Nel 2016 il club si è trasferito in un impianto dedicato al calcio e realizzato riutilizzando una vecchia struttura rugbistica. Nel 1991-1992 gli aquilani, allenati da Leonardo Acori, chiusero la stagione a pari merito con l'Acilia e furono costretti ad affrontare la squadra pontina nello spareggio disputatosi il 16 maggio 1992 allo stadio Flaminio di Roma e vinto 2-0 ai tempi supplementari; a quel punto L'Aquila, vincitrice del girone F, dovette disputare un ulteriore spareggio con la vincente del girone E, il Gualdo, venendo sconfitta con un risultato totale di 3-1[59] (2-0 nella gara d'andata a Gualdo Tadino e 1-1 nel ritorno allo stadio Tommaso Fattori, una partita che fece registrare la capienza record di 12.838 spettatori[58]). Marino Bon, addirittura, perse i sensi per le gravi ferite riportate e fu dichiarato morto all'arrivo dei primi soccorritori; solo in seguito alla richiesta del presidente Centi Colella venne medicato e riuscì a salvarsi[19]. Presidente della nuova società era Adelchi Serena, all'epoca podestà (sindaco) della città e in seguito ministro dei Lavori Pubblici e segretario del Partito Nazionale Fascista, mentre furono confermati i colori sociali rosso e il blu già utilizzati dall'Aquila F.C. L’Aquila calcio – Domani si conoscerà la categoria dei rossoblu. Cominciò così un periodo tormentato, in cui la formazione aquilana, nonostante i continui ribaltoni tecnici e societari, tentò nuovamente di tornare in terza serie, senza riuscirci. Aquila fu con ogni probabilità una polisportiva, dal momento che la società viene citata anche per incontri di pugilato[8]. L’Aquila 1927 è in ... per festeggiare il salto di categoria in ... è prevista la conferenza stampa di presentazione del settore giovanile dell’Aquila 1927 dal nome Academy L’Aquila Calcio. Con l'Italia, Frossi, disputò 5 partite e segnò 8 reti vincendo sia le Olimpiadi 1936 che la classifica marcatori della stessa competizione. Al termine di una stagione particolare, segnata dalla morte del tifoso Nicola Mezzacappa (morto in un incidente stradale mentre si recava in trasferta a Pontedera mentre l'amico, Lorenzo Castri, rimase in coma per 15 giorni[62]) e caratterizzata da un andamento altalenante e da un sesto posto finale, arrivò l'ennesima doccia fredda: la società, affossata dai debiti, venne radiata dalla FIGC e ai rossoblù non restò che ripartire dalle serie minori con un nuovo sodalizio[58]. Le prime partite di calcio all'Aquila furono giocate in piazza San Basilio, nel centro storico della città; successivamente fu utilizzato il prato antistante la basilica di Santa Maria di Collemaggio[5][10]. Nel 1933-1934 la compagine guidata dal tecnico Ottavio Barbieri (già campione d'Italia da giocatore con la maglia del Genoa) vinse il girone e, superando gli spareggi finali contro Andrea Doria, Falck e Pro Gorizia, centrò la promozione in Serie B[1][13], prima abruzzese a riuscirci. News su aquila calcio aggiornate in tempo reale Tra i gemellaggi, storico è quello della tifoseria rossoblù con i corregionali del Chieti sorto negli anni ottanta anche in virtù della comune rivalità con il Pescara[123]. Italië - AS L'Aquila Calcio 1927 - Resultaten en wedstrijdprogramma's - Soccerway. Anche l'A.S. Milita in Eccellenza, la quinta divisione del campionato italiano. Con il defilarsi del presidente Passarelli cominciò quindi un'aspra battaglia legale, al termine della quale il sodalizio rossoblù (passato nelle mani dall'imprenditore aquilano Eliseo Iannini) ottenne la riammissione in Serie C1 dall'arbitrato del CONI[68]. Pubblicato il 6 settembre 2018 da capo redattore . L'anno seguente la squadra sembra finalmente essere proiettata verso la conquista del campionato e, dopo aver conquistato la seconda Coppa Italia Dilettanti Abruzzo, a due giornate dal termine si trova in testa al campionato insieme al Miglianico; impossibilitata a giocare le ultime due gare dopo il terremoto del 6 aprile 2009, i rossoblù vengono promossi d'ufficio in Serie D[68]. Il ritorno tra i professionisti, nel 1998-1999, vide la formazione aquilana classificarsi al sesto posto, a due sole lunghezze dalla qualificazione agli spareggi promozione, persi nell'ultima giornata a vantaggio della Turris. Per quasi tutti gli anni in quarta serie la dirigenza, presieduta da Ubaldo Lopardi (il più longevo presidente dell'Aquila Calcio essendo stato a capo della società per nove anni, seppur non consecutivi) prima e da Antonio Cicchetti e dal suo vice Lorenzo Natali poi, rivoluzionò di anno in anno la squadra, ma questa strategia non produsse risultati. Il 6 gennaio 1937 i rossoblù sfidarono a Milano l'Ambrosiana-Inter di Giuseppe Meazza venendo battuti 4-3 al termine di una partita epica che le cronache raccontano essere stata giocata dagli aquilani «con le unghie e con i denti»[21][22]. Il rosso-blu, come detto, aveva già fatto la sua comparsa all'Aquila prima della costituzione dell'A.S. Negli anni duemiladieci, dalle ceneri dei N.a.M., è sorto invece il gruppo Novantanove. Inizialmente posti anch'essi nel settore Distinti, si spostarono sul finire degli anni ottanta nella parte occidentale della Curva, insieme ai ragazzi dell'Ultima Fila (questi ultimi posizionati a ridosso dell'entrata del settore). A lui è intitolato lo stadio in cui il club gioca le sue partite dal 2016[115]. 11 PELTUINUM. Another promotion, this time to Lega Pro Prima Divisione, came through playoffs in 2012–13; this was followed by an impressive fifth place and subsequent qualification promotion playoff (then lost to Pisa). L'Aquila non inizia male, alla fine del girone di andata si trova in una posizione di classifica tranquilla, ma a dicembre i punti di penalizzazione diventano 14, poi ridotti a 7; da questo momento in poi i risultati cominciano a peggiorare, la società entra in confusione, il tecnico Perrone viene sostituito, a sei giornate dalla fine, con Giacomo Modica, per poi essere richiamato nelle battute finali. Follonica – A meno di un nuovo rinvio torna in campo domenica prossima al “Malservisi-Matteini” il Follonica Gavorrano che deve recuperare il match contro l’Aquila Montevarchi. Dopo due cambi in panchina, la squadra affidata infine alla guida di Giovanni Pagliari chiude il torneo al quinto posto qualificandosi per i play-off; proprio negli spareggi promozione, L'Aquila si riscatta superando, in due avvincenti derbies, dapprima il Chieti in semifinale quindi il Teramo in finale e conquistando, davanti ai 5.000 spettatori dello stadio Fattori (tra cui molte vecchie glorie[82]), la prima promozione in Lega Pro Prima Divisione ed il ritorno nel terzo livello del campionato italiano dopo 9 anni di assenza[83]. Unica soddisfazione è la conquista della Coppa Italia Dilettanti Abruzzo, il primo trofeo (escluse le promozioni) in ottant'anni di storia di calcio aquilano[78]; i rossoblù vengono poi eliminati nei quarti di finale della fase nazionale dal Castelsardo precludendosi la possibilità di raggiungere, tramite la conquista del trofeo, l'agognata Serie D. Nel 2007-2008 ha inizio l'era di Elio Gizzi, il costruttore aquilano che guiderà il club ininterrottamente per cinque anni; la rosa e lo staff tecnico vengono nuovamente rivoluzionati ma i rossoblù mancano ancora una volta la promozione chiudendo il campionato in terza posizione (e fuori dai play-off in virtù dei 12 punti di distacco dalla seconda classificata) e venendo battuti in finale di Coppa Italia Dilettanti dall'Atessa[68]. La tragedia di Contigliano, la sfida con l'Ambrosiana-Inter e la retrocessione, Dalla sfida con la Juventus all'arrivo della guerra, La ristrutturazione dei campionati e il decennio in Serie C, L'era Passarelli e il sogno della Serie B, Dalla Serie D alla conquista della Lega Pro Prima Divisione, Cronistoria dell'Associazione Sportiva Dilettantistica L'Aquila 1927, Altre rivalità provinciali sono quelle, minori, con, Il sodalizio è citato nella rivista "L'Abruzzo Sportivo" del 27 giugno, "Le Origini sociali dello sport e del calcio aquilano, L'Aquila Calcio ha festeggiato gli 80 anni di vita, Visita alla palestra dell'A.S. Si pubblicano di seguito le Società iscritte al campionato di 3^ categoria 2020/2021, in rigoroso ordine alfabetico: 1 AURORA. Risultati L´Aquila. Il calcio ai tempi del corona virus EDITORIA IMP DIVISIONE DEL GRUPPO IMMEDYA Tel +39 085.7952108 Mail redazione@abruzzocalciodilettanti.it Testata giornalistica online registrata al Tribunale di Pescara con iscrizione n. 21/06 del 31 gennaio 2006. Per un intero decennio L'Aquila disputò la terza serie nazionale senza mai centrare piazzamenti di vertice, ma senza anche mettere mai in pericolo la permanenza nella categoria. Le primissime origini del calcio all'Aquila si fanno risalire intorno al 1910. Le dimensioni della tragedia potevano aumentare ulteriormente qualora il convoglio, rimasto in bilico sulla tratta ferroviaria, fosse precipitato nello strapiombo sottostante, cosa che fortunatamente non si verificò[17]. Con il nuovo assetto societario, la panchina affidata all'emergente Archimede Graziani ed una rosa altamente competitiva, i rossoblù si presentano ai ranghi di partenza del campionato 2012-2013 con ambizioni di promozione ma scivola, già sul finire del girone d'andata, a metà classifica. .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}Altre rivalità provinciali sono quelle, minori, con Celano e Sulmona, mentre a livello regionale si possono citare quelle con Virtus Lanciano, Teramo e Vastese[senza fonte]. Disegnato dai tifosi, sarà concesso in comodato alla nuova società. Città di L’Aquila-Atletico Civitella Roveto terminata 12-0[86]) che portano il club a conquistare, il 1º maggio 2019, a seguito della vittoria per 9-0 contro il San Francesco (un derby cittadino), il salto nel campionato abruzzese di Promozione. Following the 2009 L'Aquila earthquake, the club was promoted to Serie D under deliberation of the Lega Nazionale Dilettanti after it was realized the club was unable to complete the remaining two games left in the season with the club sitting at the top of the division. Nessun commento: Posta un commento. L'avventura tra i professionisti fu comunque brevissima durando appena tre anni. All'esordio in cadetteria, la società aquilana si presentò con un nuovo presidente, l'avvocato Giovanni Centi Colella. L’Aquila calcio – Rossoblu in prima categoria. Sorte per motivi campanilistici (la disputa con Pescara può essere ricondotta addirittura agli anni sessanta, precedentemente alla querelle per la scelta del capoluogo regionale[125]) sono entrambe sfide molto sentite anche se sono state disputate con molta discontinuità nel corso degli anni. Il campo da gioco era sito a piazza d'Armi, anche se precedentemente le compagini aquilane giocarono anche in piazza San Basilio, di fronte l'omonimo convento, o sul prato antistante la basilica di Santa Maria di Collemaggio[5][10]; dal 1933 la squadra iniziò a disputare le gare casalinghe nel nuovo stadio XXVIII Ottobre[11], un impianto all'avanguardia per l'epoca[12], successivamente condiviso con L'Aquila Rugby e, a partire dagli anni sessanta, intitolato alla memoria dell'ex rugbista e allenatore Tommaso Fattori. L'Aquila ha disputato 89 stagioni sportive a partire dall'esordio in Seconda Divisione nel 1931-1932, prendendo parte a 80 campionati nazionali. Negli anni seguenti il gruppo abbandonò completamente il calcio. Il primo sodalizio sportivo è ritenuto essere la Folgore, una polisportiva i cui atleti, oltre al calcio amatoriale, praticato a partire dagli anni venti, erano dediti anche a discipline come sci, pugilato e tiro a segno[1][3]. In 1929, a new club called Società Sportiva Città dell'Aquila was founded, but lasted only a few years. La rosa fu allestita in fretta e furia e sostenuta dai tifosi con oltre mille abbonamenti[74] ma i risultati sul campo furono disastrosi e L'Aquila terminò il campionato all'ultimo posto con soli 13 punti in una stagione che passerà alla storia come la peggiore mai disputata dai rossoblù[75]. Aquila fucina di campioni del domani, L'Aquila ricorda il disastro di Contigliano, Tra i calciatori sopravvissuti, poterono continuare a giocare solo il portiere, Si sporgono dal finestrino del pullman e muoiono contro un pilastro di cemento, L'Aquila, il ritorno di Anikic, "quel gran gol alla Roma...". I colori sociali sono il rosso ed il blu.

5 Settembre 2020, Ligue 1 Lineups, Webcam Hotel Just Cervia, Le Stagioni Del Cuore Nona Puntata, Soprannomi Calciatori Inter, Brani Facili Per Pianoforte Pdf,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top