skip to Main Content

Uno starnuto a metà: il Microsoft Surface soffre di “amensia”

Microsoft SurfaceMi fa sorridere tutte le volte che scopro in Rete queste perle di marketing. Spesso, manco a dirlo, vengono da colossi dell’informatica. Questa volta è il turno di Microsoft che non è nuova a questo genere di “scivoloni”.

Il fattaccio: c’è Microsoft che (ormai ho perso il conto delle volte) sta lanciando il suo tablet superfigo. Il Microsoft Surface.

Il problema è che:
– fino al 18 giugno 2012 per tutto il mondo (o chi segue queste cose) se sentivi Surface pensavi al tavolo multimediale superfigo (anche questo) progettato da Microsoft ora rinominato PixelSense
– il tablet incriminato è rilasciato in due versioni: la RT basata su processore ARM e non è dato sapere perché è stata denominata in questo modo orrbile; la versione PRO basata su processore Intel i5 (come quello di un normale PC)
– nella scheda tecnica non è indicata la durata della batteria (perché ha una batteria giusto?). E se è indicata da qualche parte… è ben nascosta.

E… rullo di tamburi: la memoria del disco interno è notevolmente inferiore rispetto a quella indicata per il modello (da 32, 64 o 128 GB).

“Microsofts Surface Pro tablet, due on February 9th, will have a smaller amount of storage space than expected. A company spokesperson has confirmed to The Verge that the 64GB edition of Surface Pro will have 23GB of free storage out of the box. The 128GB model will have 83GB of free storage. It appears that the Windows 8 install, built-in apps, and a recovery partition will make up the 41GB total on the base Surface Pro model.”

via Microsofts 64GB Surface Pro will only have 23GB usable storage update

Leggendo la scheda tecnica del dispositivo alla voce memoria si legge:

32GB*, 64GB

*System software uses significant storage space. Available storage is subject to change based on system software updates and apps usage. 1 GB = 1 billion bytes. See Surface.com/storage for more details.

In parole povere: il Sistema Operativo (Windows) occupa un casino di spazio.
Addirittura hanno una pagina dedicata al “problema”.

Insomma, riassumendo: con il modello da 32 GB, che viene venduto a 487 euro, l’utente avrà a disposizione solo 16 GB di memoria. Con quello da 64 GB solo 29, e su 128 ne rimangono 89.

È ammirevole vedere come Microsoft s’impegna a realizzare buoni prodotti, bisogna dargliene atto, ma tutte le volte inciampano ad un passo dalla meta.

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top