skip to Main Content

Dropbox, è un peccato non averlo

C’è chi dice a tutti di aprire un blog, e chi come il sottoscritto dice a tutti di crearsi un account su Dropbox.

Per chi non sa di cosa sto parlando, Dropbox è un software “cloud based” multipiattaforma (Windows, Mac, Linux, Android, iOS, Symbian) con servizio di file hosting e sincronizzazione automatica.
Sono disponibili tre pacchetti: la versione gratuita con 2GB disponibili e le versioni da 50GB e 100GB con pagamento mensile o annuale.

Una volta registrati, l’utente può decidere di accedere ed utilizzare il servizio sia tramite browser che tramite l’applicazione installata sul computer.
L’applicazione non fa altro che creare una cartella denominata “Dropbox” sul vostro computer che verrà automaticamente sincronizzata con il server tutte le volte che verranno fatte delle modifiche ai files in essa contenuti. Ed è proprio la sincronizzazione automatica, a mio parere, il punto di forza del servizio: avere a disposizione sempre l’ultima versione del file, ovunque siete. Ciò vuol dire che potete installare Dropbox su tutti i vostri computer ed, accedendo con il medesimo account, avere i contenuto della cartella sempre aggiornato.
Oltretutto, per ogni files caricato il sistema tiene traccia anche delle varie versioni e quindi potete recuperare pure il file originale o files eliminati in precedenza.
Se qualcuno adesso si stesse chiedendo “ma i files sono pubblici?“, la risposta è no. Tutti i files sono crittografati e privati, l’utente può decidere però se rendere pubblici singoli files o intere cartelle (funzione “get shareable link“). Questi saranno raggiungibili esclusivamente tramite un apposito url pronto per la condivisione. Il processo è reversibile e basterà cancellare il link per rendere di nuovo privato il file.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=OFb0NaeRmdg[/youtube]

Dovete passare le foto scattate nel week-end al mare ai vostri amici? Spostate la cartella delle foto in Dropbox e appena sarà finito l’upload potete mandare ai vostri amici il link per scaricarle con un paio di click. Appena tutti le avranno prese potete cancellare il link e le foto torneranno private.
Anche tutti gli altri vostri amici hanno scattato foto della giornata e ve le volete scambiare? Potete semplicemente creare una cartella condivisa fra utenti dropbox (funzione “share a folder“) dove tutti potranno mettere le proprie foto. La cartella verrà sincronizzata automaticamente su tutti i computer. Tutti avranno le foto di tutti. Semplice. Facile. Veloce.
Per lavoro, chi ha a che fare con progetti che prevedono scambio di numerosi files con diverse persone, lo troverà sicuramente un valido aiuto.

In rete, come al solito, si trovano altri 100mila modi per utilizzare Dropbox.
C’è chi lo usa per sincronizzare i preferiti del browser o le password tra computer diversi. Qualcuno lo usa per sincronizzare la libreria fotografica o quella musicale. Oppure lo potete usare semplicemente quando avete necessità di mandare files a qualcuno ed avere comunque il controllo su di essi invece che caricarli su servizi esterni come Megaupload, MediaFire ecc. Basta poi dare un’occhiata al wiki per rendersi conto delle potenzialità!
È come avere un chiavetta usb sempre a disposizione.

Ormai è più di un anno che lo uso e… ne abuso! Consiglio a chi non ce l’ha di rimediare prima possibile!! Appena inizierete ad usarlo non ne potrete fare a meno. 🙂

Tommaso

p.s. per iscrivervi a Dropbox basta un click!

This Post Has 3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top