skip to Main Content

Quelle (strane) opere d’arte contemporanea

Quelle (strane) opere d’arte contemporanea sinceramente non le ho mai capite. E forse mai le capirò.
Riguardo le foto scattate al MoMA di New York 5 anni fa (sigh) o alla Tate Modern di Londra a quelle strane cose che qualcuno definisce opere d’arte.
Dove troveranno l’arte in un quadro alto 3 metri con un rettangolo nero disposto un po’ torto verso destra?? Oppure i tre specchi messi in un angolo con un mucchietto di trucioli nel mezzo?! O uno spago fissato in quattro punti, due sul muro e due sul pavimento?? Per non parlare poi della famosa merda d’artista di Piero Manzoni. O della saponetta fatta dal grasso ottenuto dopo una liposuzione di Berlusconi.
Se c’è una logica in tutto questo, vi prego, spiegatemela.

Fortunatamente non sono l’unico “ignorante” in questo campo.

Proprio di oggi è la notizia dell’installazione “Legg-io” di Isabella Facco è stata rimossa dai netturbini dell’Aps di Padova perchè l’hanno scambiata per spazzatura. Dopotutto era uno scaffale malconcio buttato per strada.
Di fine ottobre invece l’altro “malinteso” avvenuto a Palazzo della Regione a Verona, dove un addetto alle pulizie ha “erroneamente” pulito una pozza di sangue disegnata sul pavimento dall’artista Umberto Vaschetto. L’opera, dedicata alla pillola abortiva Ru486, rappresentava un feto che tenta di evadere dal corpo materno utilizzando un bisturi.

Che qualcuno scriva “Arte Contemporanea for Dummies” per favore!!! Io nel frattempo continuerò ad ammirare le opere di Botticelli e compagni… 😉

Tommaso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top